Crea sito

Exit at your own risk by I-Vaneggiando

Fin dove si spinge (o meglio scende) un Uomo per prevaricare sugli altri?  Mumble mumble …. tipico giorno da cittadina;

Il gallo non canta suona la sveglia (anche perchè non lo sentirei il poverello di gallo), cucina-bagno-specchio-ascensore-portone e qui propongo un cartello “exit at your own risk” perchè inizia la vera GUERRA.

Passo veloce verso la mia automobile (e il mio metro e settanta mi permette una falcata ampia), e con la coda dell’occhio mi pare di vedere dietro di me una donna che con passetti piccoli e veloci trascina la sua povera bimba (con megazaino) in grembiule, mi scosto a destra ma rimane indietro, ok rallento e mi supera (mi sento d’intralcio) e cosa accade?!…. sto sognando?! la donna rallenta e il suo passo adesso è tranquillo e ancheggia prima a destra e poi a sinistra, e a destra e a sinistra, è soddisfatta adesso il marciapiede davanti a lei è sgombro si può rilassare.

Ebbene si, me ne fotto !! seguo il mio ritmo 🙂

See u soon

 

Trackback URL

,

No Comments on "Exit at your own risk by I-Vaneggiando"

Hi Stranger, leave a comment:

ALLOWED XHTML TAGS:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Subscribe to Comments