Crea sito

La rosa di cartapesta

13 DOMANDE PER UN LIBRO

Oggi conosciamo una nuova scrittrice, il suo nome è Tecla Rinaldi e le nostre 13 domande sono per il suo primo libro dal titolo La rosa di cartapesta pubblicato su Amazon a gennaio 2020.

Letizia, una giovane donna di 27 anni alle prese tra lavoro e università, vive il dramma della malattia di suo padre, ormai nelle fasi finali, e della sua morte. In quel periodo di alta vulnerabilità, incontra Luca, trentenne, carino, ricco, ambizioso, sempre gentile con lei che sembra fare di tutto per conquistarla. Luca però non è single. Tra loro nasce una forte intesa sorta da un susseguirsi di eventi che li vede entrambi coinvolti. I due si avvicinano ancora di più quando Luca, appassionato di fotografie, chiede a Letizia di posare per lui. Nasce quindi tra loro una relazione proibita. Letizia ha due amici (che rispecchiano le voci della sua coscienza): Marco, che la mette sempre in guardia sul rapporto con Luca che si scopre essere un uomo furbo e dalle svariate maschere, e Sonia che invece cerca di convincerla a lasciarsi andare e a vivere le emozioni del momento senza farsi troppe domande. Letizia si trova così molto confusa tra la voglia di seguire il suo cuore e la paura di soffrire. Come finirà tra i due? Quali segreti nasconde il vero Luca, che si vedrà coinvolto in qualcosa di terribile? La speranza è che tutto quello che viviamo abbia un senso e da questo senso coglierne l’insegnamento.

13 DOMANDE PER UN LIBRO

1.DOVE È AMBIENTATA LA ROSA DI CARTAPESTA?
Nella bella Bergamo, anche se una parte della storia vede i protagonisti coinvolti in un viaggio a Praga.

2.PROTAGONISTA DELLA STORIA?
Letizia, è lei il personaggio principale. È una ragazza buona, a volte ingenua che insegue un amore che sa bene la porterà solo a soffrire.

3.PERSONAGGIO PREFERITO?
Il mio personaggio preferito, anche se non è quello principale, è, per questioni affettive, il papà di Letizia.

4.ALTRI PERSONAGGI INTERESSANTI?
I due amici di Letizia Marco e Sonia. Fanno la parte della coscienza: uno la mette in guardia dai pericoli e la costringe a fermarsi e l’altra la spinge a lasciarsi andare.

5.QUANTO C’È DI TE NEI TUOI PERSONAGGI?
Letizia è simile in molte cose a me, ma il personaggio resta comunque inventato, creato, modellato per entrare nella storia.

6.PARLACI DEL TITOLO DEL LIBRO?
La rosa di cartapesta, che è appunto anche il nome del libro, è il simbolo di un amore che sostanzialmente non è reale, ma di carta. Nella storia è un fiore che Letizia riceve in dono da Luca.

7.CHI O COSA TI HA ISPIRATO?
Prima di scrivere il mio romanzo avevo sul comodino tre libri che ho letto con piacere e che mi hanno dato coraggio per provare a parlare di una cosa che mi sta molto a cuore. Mio padre è venuto a mancare qualche anno fa a seguito di una brutta malattia. È stato questo evento a ispirarmi.

8.HAI DOVUTO FARE RICERCHE O TI SEI DOCUMENTATA PER SCRIVERE IL LIBRO?
Sì, mi sono documentata su alcuni eventi e sulla paesaggistica di Praga nel periodo natalizio, così come per la stessa rosa di cartapesta: come si crea, origine di lavorazione del materiale e altro.

9.AVEVI IN MENTE GIÀ TUTTA LA STORIA, OPPURE SI È EVOLUTA STRADA FACENDO?
Avevo uno scheletro in testa, ma man mano che scrivevo la storia si è delineata da sé.

10.CI SARÀ UN SEGUITO?
Ho pensato di scriverlo anche a fronte delle varie richieste che ho ricevuto, ma è un progetto ancora in cantiere.

11.SE IL LIBRO AVESSE UNA COLONNA SONORA?
Avrebbe certamente una canzone di Vasco che cito anche nel libro ed è Stammi vicino.

12.ALTRI GENERI LETTERARI CHE HAI SCRITTO O CHE TI PIACEREBBE SCRIVERE?
Ho provato a scrivere un giallo, ma è ancora in fase di revisione.

13.COSA STAI LEGGENDO E COSA LEGGEREBBE LETIZIA?
Io adoro i libri gialli, in special modo Maurizio De Giovanni. Anche Letizia legge lo stesso autore.

Ringraziamo Tecla per aver risposto alle nostre 13 domande per un libro e a voi tutti buona lettura!

2 Risposte a “La rosa di cartapesta”

  1. Queste interviste ci consentono di conoscere gli autori dietro le loro penne. Complimenti a Roberta e a Tecla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.