Crea sito

Lei che… (11)

Il fatto che qualche volta hai provato a lasciarla,
non mi è di grande consolazione.

A volte ancora mi dico:
ha tentato
e un po’ ti giustifico.

Ma poi ci sono i fatti
che smentiscono anche quest’ultimo alibi.

Lei è più di te e di me,
lo so,
il suo richiamo è irresistibile,
come il canto delle sirene per i marinai nelle antiche leggende.

Per non spezzare quel canto
il tuo nome è stato bugiardo,
impostore,
truffatore,
disertore…
in ogni maniera ho avuto occasione di vederti.

Mi hai costretta ad amarti lo stesso
e sinceramente non so quali armi hai usato,
come ci sei riuscito
e come alla fine hai fatto a perdermi.

(continua 12)

Trackback URL


No Comments on "Lei che… (11)"

Hi Stranger, leave a comment:

ALLOWED XHTML TAGS:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Subscribe to Comments